Selfiemployment, l’incentivo per l’imprenditoria under 29

SELFIEmployment incentivo imprenditoria under 29Selfiemployment è l’incentivo per giovani fino a 29 anni che vogliono avviare piccole iniziative imprenditoriali. Consente di ottenere prestiti a tasso zero per dare il via alla propria attività. Il Fondo è gestito da Invitalia nell’ambito del Programma Garanzia Giovani, sotto la supervisione del Ministero del Lavoro.
Si affianca a “Nuove imprese a tasso zero” per sostenere l’imprenditoria nazionale giovane.
Selfiemployment è un incentivo particolarmente apprezzato. Infatti al 1 marzo 2019 sono già state 976 le iniziative finanziate, con agevolazioni concesse per 33 milioni di euro e 1.844 posti di lavoro creati.

Chi può accedere a Selfiemployment

Giovani fino a 29 anni, iscritti al programma Garanzia Giovani, che non hanno lavoro e non sono impegnati in percorsi di studio o formazione (i cosiddetti NEET).
Possono essere finanziate le iniziative in tutti i settori della produzione di beni, fornitura di servizi e commercio, anche in forma di franchising.
Attenzione: per le regioni Marche, Molise e Toscana sono esauriti i fondi Selfiemployment e al momento non è possibile presentare nuove domande.

Come funziona

Il Fondo Selfiemployment finanzia piani di investimento inclusi tra 5.000 e 50.000 euro.
Si tratta di finanziamenti agevolati senza interessi, senza garanzie, rimborsabili in 7 anni con rate mensili che partono dopo sei mesi dalla concessione del prestito.
Chi ottiene le agevolazioni deve impegnarsi a realizzare il programma degli investimenti entro 18 mesi dal perfezionamento del provvedimento di ammissione.
Invitalia valuta le domande, concede gli incentivi e verifica la realizzazione dei progetti finanziati. Offre inoltre un servizio di tutoraggio per accrescere le competenze imprenditoriali dei giovani e favorire lo sviluppo dell’attività.

Come inviare la domanda

Le domande e il relativo business plan possono essere inviate esclusivamente online. A questo link sono presenti tutte le informazioni e la modulistica. Non c’è una data di scadenza, le richieste vengono valutate secondo l’ordine cronologico di arrivo.