Riciclo: più di quattro imballaggi su cinque vengono sottratti alla discarica

In Italia, nel 2018, l’80,6% dei rifiuti di imballaggi è stato recuperato

conai riciclo imballaggi

10.691 tonnellate di imballaggi è stato riciclato, sulle 13.267 tonnellate totali immesse al consumo. Di queste, la parte avviata a riciclo sfiora il 70%.

Sono i primi, fondamentali elementi della fotografia di un’Italia sempre più green scattata da CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi: più di quattro imballaggi su cinque vengono sottratti alla discarica.

Il dato rende onore all’Italia e pone il nostro Paese in una posizione di leadership all’interno dell’Unione Europea: nella gestione dei rifiuti di imballaggio non abbiamo niente da invidiare nemmeno alla Germania.

Riciclo imballaggi, + 3% rispetto al 2017

Rispetto al 2017, la percentuale di recupero complessivo è aumentata del 3% e il sistema rappresentato da CONAI si conferma un’eccellenza nel riciclo dei rifiuti di imballaggio, avendo già raggiunto per tutti i materiali (tranne la plastica, ma manca meno del 6%) gli obiettivi di riciclo previsti dalla nuova direttiva comunitaria al 2025.

I materiali

In Italia nel 2018 sono stati riciclati il 78,6% degli imballi in acciaio. L’alluminio e la carta sono i materiali più virtuosi: l’80,2% dei pack in alluminio e l’81,1% di quelli in carta sono stati riciclati. Al riciclo anche il 63,4% di quelli in legno, il 44,5% di quelli in plastica e il 76,3% di quelli in vetro.

Sviluppare una raccolta differenziata di qualità in tutto il paese è fondamentale, ma altrettanto importante è lavorare sulla prevenzione. Tutto parte da un eco-progettazione del packaging finalizzata al contenimento dell’impatto ambientale. L’80% degli impatti che un pack genererà nel corso di tutto il suo ciclo di vita si definisce nella fase della sua progettazione