La pubblicità in radio funziona ancora

La raccolta pubblicitaria cresce dal 2017 in maniera costante, insieme agli ascoltatori.
adv radioL’Osservatorio FCP-Assoradio (FCP-Federazione Concessionarie Pubblicità) ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mese di agosto 2019. E i risultati sono molto positivi: +7,5% rispetto al corrispettivo 2018, per un fatturato totale di € 15.429.000,00.

La radio si conferma ancora vitale, l’unico mezzo in grado di reggere il confronto con le crescite della pubblicità online.

La radio per l’outdoor e il tempo libero

Lo sottolinea in un commento il Presidente FCP-Assoradio, Fausto Amorese: “A testimonianza di una fruizione sempre più articolata e multi device, che si riflette anche sul tempo libero con l’ascolto outdoor, nel periodo estivo il mezzo radio beneficia di incrementi importanti degli investimenti pubblicitari. Dopo la crescita di luglio, anche ad agosto l’Osservatorio FCP-Assoradio registra un sensibile aumento da parte delle emittenti: +7,5% sul 2018 e +28,4% sul 2017. Il fatturato progressivo si attesta a +2,5%. Gli incrementi riguardano tanto la pubblicità tabellare quanto eventi e sponsorizzazioni”.

Crescono anche gli ascoltatori

Gli investimenti pubblicitari crescno in parallelo a una crescita degli ascoltatori, confermata per il primo semestre 2019 dai dati RadioTER. Su una base popolazione di 52.975.000 persone (l’anno scorso erano 52.974.000), sono 34.802.000 coloro che ascoltano il mezzo ogni giorno, con un +267.000 rispetto al medesimo periodo di un anno fa (primo semestre 2018).

La classifica delle radio

In testa – nella classifica delle emittenti nazionali del giorno medio – si conferma RTL 102.5 con 7.508.000 (-51.000). Seguita da RDS (5.444.000, -197.000), Radio Deejay (5.187.000, +27.000) e Radio Italia Solo Musica Italiana (5.167.000, +19.000). Radio 105 è quinta con 4.602.000 (-128.000), mentre Rai Radio1 si ferma a 3.667.000 (-117.000). Settimo posto per Kiss Kiss (2.833.000, -84.000), avvicinata da Virgin (2.788.000, +222.000). Chiudono il podio Rai Radio2 (2.521.000, -149.000) e Radio 24 (2.305.000, +108.000). In crescita R101 (2.150.000, +90.000), così come m2o (1.672.000, +74.000), mentre resta pressochè stazionaria Radio Capital (1.539.000, -15.000). Lieve crescita rispetto ad un anno fa per Radio Monte Carlo (1.410.000, +35.000), Rai Radio3 mantiene il quindicesimo posto (1.265.000, -10.000) e Radiofreccia guadagna consensi (1.186.000, +196.000). Chiude la classifica delle emittenti nazionali, ma con un dato positivo, Isoradio con 826.000 (+36.000