Parte il Fondo Nazionale Innovazione, di cosa si occuperà

Ha una dotazione iniziale di 1 miliardo di euro
fondo nazionale innovazioneCon un decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 27 agosto, l’Italia ha istituito il primo dipartimento per la trasformazione digitale che dipende direttamente da Palazzo Chigi. Sarà operativo a partire da gennaio 2020.

Intanto il 5 agosto, appena prima della crisi di governo, ha visto la luce il Fondo Nazionale Innovazione. Ha una dotazione iniziale di 1 miliardo di euro e opererà come fondo attraverso investimenti diretti in startup e PMI innovative.

Fondo Nazionale Innovazione – un provvedimento molto atteso

Annunciato lo scorso marzo dall’ex titolare del Mise Luigi Di Maio, il Fondo Nazionale Innovazione era molto atteso.

Ci si auspica che potrà dare nuova spinta a un comparto che è in crescita, ma che deve ancora raggiungere i livelli del contesto internazionale ed europeo.

Il via ufficiale è avvenuto con la cessione da parte di Invitalia a Cassa Depositi e Prestiti della partecipazione del 70% del capitale di risparmio Invitalia Ventures SGR. Il Fondo è infatti il veicolo Invitalia-CDP che farà da perno della politica industriale in ambito startup e innovazione.

La dotazione finanziaria

In termini di dotazione al Fondo, verranno conferiti i 110 milioni di risorse dirette stanziate in manovra, i 400 milioni di risorse già esistenti e provenienti da Invitalia Ventures (che è stata acquisita dalla Cassa depositi e prestiti per il 70% proprio in marzo, prima dell’annuncio ufficiale) e i 500 milioni di investimenti in Venture Capital che la Cassa depositi e prestiti verserà nel nuovo veicolo.

Sarà dunque la Cassa depositi e prestiti a fare da cabina di regia con l’obiettivo di riunire e moltiplicare risorse pubbliche e private dedicate al tema strategico dell’innovazione.

Come funzionerà

Il Fondo Nazionale Innovazione sarà un soggetto multifondo che opererà esclusivamente attraverso metodologie di Venture Capital. Questo è infatti considerato lo strumento finanziario elettivo per investimenti diretti o indiretti.

Lo scopo è di acquisire minoranze qualificate del capitale di startup, scaleup e PMI innovative.

Gli investimenti saranno effettuati dai singoli fondi del Fondo Nazionale Innovazione in modo selettivo, in conformità con le migliori pratiche del settore. In funzione della capacità di generare impatto e valore sia per l’investimento sia per l’economia nazionale.
Il Fondo Nazionale Innovazione sosterrà gli investimenti nei settori strategici per la crescita e competitività del Paese. Tra cui: Deep Tech, come AI, Blockchain, New Materials, Space, Healthcare, EcoIndustries, AgriTech/Foodtech, Mobility, Fintech, Design/Made in Italy, Social Impact.