Milano, gli scali ferroviari Farini e San Cristoforo avranno un nuovo volto

milano farini san cristoforoDue scali ferroviari milanesi, Farini e San Cristoforo, avranno presto un nuovo volto. Il Comune di Milano infatti ha scelto – tra cinque candidati – il progetto destinato a trasformare e rigenerare le aree interessate. Entro luglio si avrà il disegno definitivo.

Il progetto vincitore

Il progetto vincitore si chiama “Agenti Climatici” ed è stato presentato da Oma e Laboratorio Permanente. Si tratta del primo classificatosi tra cinque finalisti di respiro internazionale: Baukug (Italia), Oma (Paesi Bassi), Arup (Italia), Grimshaw (Inghilterra) e Kengo Kuma and Associates Europe (Francia).

Lo scalo Farini si tinge di verde

Il progetto presentato a Palazzo Marino prevede di trasformare lo scalo Farini in un grande bosco lineare. La finalità sarà di tipo (anche) ambientale. Il progetto si inserisce nella strategia del comune di Milano per l’adattamento ai cambiamenti climatici e la resilienza urbana attraverso il ruolo delle alberature e degli specchi d’acqua che permettono di raffrescare l’aria per la città e ridurre l’impatto sulla salute delle persone dell’inquinamento. L’area verde sarà infatti in grado di raffreddare i venti caldi provenienti da sud-ovest e di depurare l’aria dalle particelle più tossiche.

A San Cristoforo l’acqua è più blu

A San Cristoforo invece il progetto ha le tinte del blu, poiché prevede la depurazione delle acque. La rigenerazione andrà a rinforzare il sistema ambientale del parco Agricolo Sud e le relazioni con la nuova stazione di M4 e i quartieri Giambellino e Lorenteggio.
La superficie dello scalo San Cristoforo è totalmente destinata a verde, mentre nell’ex scalo Farini nascerà un grande parco unitario di oltre 300mila metri quadrati, insieme a servizi, alloggi a canone sociale, edilizia convenzionata e libera.