Come il marketing politico dipende da instagram, twitter e facebook

I Social Media hanno rivoluzionato la relazione fra politico e cittadino e il modo di fare marketing politico
social media marketing politicoIl marketing politico è uno dei campi che più sono stati influenzati dall’avvento dei social media. Se infatti i media tradizionali hanno ancora un ruolo importante nella propaganda e durante le campagne elettorali – soprattutto se pensiamo alla televisione – i Social sono diventati il campo di sperimentazione e di interazione tutto l’anno. Sono il luogo in cui c’è comunicazione diretta con l’elettorato, “botta e risposta” in linguaggio colloquiale. Non esiste più una direzione unica e univoca fra fonte e ricettore, bensì uno scambio continuo e, soprattutto, questo è percepito come uno scambio allo stesso livello.

Marketing politico e interazione

Le potenzialità della rete nel marketing politico sono emerse con assoluta evidenza per la prima volta nel 2008 con Obama. Nelle Presidenziali americane del 2016 Trump ha investito gran parte del suo budget per la campagna elettorale nel web e nella pubblicità online con larghissimo uso dei social media, in particolare di Twitter, dove spesso scrive personalmente i messaggi più forti. Anche in Italia, per i nostri politici, fare comunicazione politica sui social è ormai un’esigenza, non solo in periodo di campagna elettorale.

I social per il “racconto-di-sé” oltre la politica

I politici utilizzano i propri profili social non solo per motivi istituzionali. Agli aggiornamenti politici si affiancano riflessioni personali, foto delle vacanze, battute spiritose… Ovviamente niente è lasciato al caso. La comunicazione politica cerca di sviluppare attraverso i social network un rapporto più stretto con il proprio “target” che possa, sul medio e lungo periodo, portare i propri seguaci ad essere non solo follower e fan del soggetto politico, ma anche della “persona”. Utilizzare in modo informale i Social, usarli per costruire relazioni con i propri fan ed elettori, creare uno spirito di comunità che si auto-alimenta, sono le modalità centrali per creare una strategia di comunicazione politica sui Social.

Il futuro della politica è nei social?

Non si può ignorare quella che è ormai una realtà dei fatti: il marketing politico elettorale moderno si fa online. La rivoluzione digitale innescata dall’ingresso delle nuove piattaforme e tecnologie digitali nella vita quotidiana ha trasformato il modo con la quale comunichiamo, acquistiamo, leggiamo, ci informiamo. Quindi sfruttare correttamente le nuove tecnologie digitali consente anche ai partiti e ai politici di avere un vantaggio competitivo notevole e di raggiungere risultati superiori rispetto alla concorrenza.