L’app per la dieta scientifica che piace anche agli investitori

Si chiama Foodvisor l’app del momento che aiuta a mantenere una dieta scientificamente equilibrata.

Un’app che riconosce il cibo che hai nel piatto e te ne racconta le caratteristiche aiutandoti a rispettare una dieta sana ed equilibrata. In poche parole è questo Foodvisor, ideata da un’omonima startup francese in poco tempo divenuta famosa in tutto il mondo.

2 milioni di download e 4,5 milioni di dollari

L’applicazione, disponibile su iOS e Android in francese, inglese, tedesco e spagnolo, si indirizza anche al mercato americano; in pochi mesi ha raggiunto la ragguardevole cifra di 2 milioni di download raccogliendo l’interesse di numerosi business angel, di aziende del settore food, Agrinnovation su tutte, per finanziamenti complessivi che superano i 4,5 milioni di dollari. Un bel premio per un’app che è frutto di un lavoro durato almeno un paio d’anni, prima del lancio di Foodvisor, a fine 2018, in Francia.

Tutto merito dell’Intelligenza Artificiale

L’applicazione utilizza il deep learning per riconoscere il cibo che c’è sul piatto. Inquadrando la pietanza con la fotocamera, automaticamente Foodvisor calcola l’area, la quantità e il peso, valutando la distanza tra piatto e telefono e i dati recuperati dalla messa a fuoco della videocamera dello smartphone (con la possibilità di editare manualmente in caso di errori). Di seguito indica i valori nutritivi della pietanza che abbiamo davanti e il numero di calorie che stiamo ingurgitando.

Sai quello che mangi

Facile così sapere quel che si sta mangiando, mantenere una dieta sana e magari anche perdere peso. Accedendo ad un abbonamento premium (vi sono più possibilità con costi che vanno dai 5 ai 10 euro), si può avere accesso a diete specializzate e personalizzate, addirittura con un dietologo disponibile in chat. L’app, intuitiva e semplice da utilizzare, come detto è stata premiata non solo dagli utenti, che in 2 milioni l’hanno installata sul loro smartphone, ma anche dagli investitori. 

Nuove assunzioni in vista

Il successo, stando a quanto ha dichiarato Aurore Tran, co-fondatore e Chief Marketing Officer di Foodvisor, in una intervista al sito specializzato Techcrunch.com, porterà la startup a investire nuovamente su sé stessa. Sono già pronte altre 15 assunzioni, nuove leve necessarie per migliorare ulteriormente un’app che ha nella semplicità d’uso il suo punto di forza.