Ispra: in Italia le emissioni continuano ad aumentare

Nel secondo trimestre del 2019 la stima di Ispra delle emissioni dei gas serra prevede un incremento rispetto all’anno precedente, pari allo 0,8%

ispra emissioni in aumentoPer l’anno in corso si prevede che le emissioni di CO2 aumentino, nonostante la diminuzione del PIL pari a -0,1% rispetto all’anno precedente.
Si verifica un disaccoppiamento tra l’andamento delle emissioni e la tendenza dell’indice economico, non troppo confortante perchè a un decremento del PIL è associato un incremento delle emissioni di gas serra.
Questo il quadro tracciato da Ispra, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, che ha diffuso i dati sulle emissioni climalteranti nei diversi settori aggiornati al secondo trimestre 2019.

Le cause

Secondo Ispra la colpa è soprattutto del settore elettrico. Poiché le rinnovabili sono in crescita ma devono crescere ancora. E purtroppo bastano condizioni meteo sfavorevoli per far riguadagnare terreno alle centrali a fonti fossili.
L’incremento stimato è principalmente dovuto alla crescita dei consumi di combustibili per la produzione di energia elettrica (4,4%). Questa è dovuta prevalentemente alla riduzione della produzione di energia idroelettrica e eolica. Mentre risultano in decremento i consumi – e quindi le emissioni – di carburanti nel settore dei trasporti (-0,8%) e di gas naturale nel settore del riscaldamento domestico.