I droni rivoluzioneranno il retail. Da Prime Air a Connect Robotics

amazon prime air 2019Era il 7 dicembre 2016 quando è stata realizzata la prima consegna di un pacchetto con un drone. Consegna in automatico, volo di 30 minuti, drone elettrico e scenari futuristici. Da allora i droni continuano a migliorare in prestazioni e sono ormai entrati a pieno titolo nel mondo retail.
La ricerca e sviluppo in questo campo corre veloce. Di qualche giorno fa è l’annuncio dell’ultimo modello di drone Prime Air lanciato dal colosso dell’e-commerce Amazon.

Il nuovo drone Prime Air di Amazon

Presentato a Las Vegas durante la conferenza re:MARS (Machine Learning, Automation, Robotics and Space), il nuovo drone Prime Air di Amazon ha un design completamente rinnovato rispetto alla sua “prima edizione” 2016. Presenta una struttura esagonale, con sei eliche che generano il movimento e un corpo centrale che, oltre a ospitare le componenti necessarie alla gestione del volo, funge da vano per il pacco da portare a destinazione. Il nuovo drone Prime Air di Amazon effettuerà le consegne entro un massimo di 30 minuti dal momento dell’acquisto online. La sua caratteristica più innovativa è quella di integrare sensori e intelligenza artificiale. Il nuovo Prime Air è in grado di individuare in tempo reale qualsiasi tipo di ostacolo, fermo oppure in movimento. Il drone può intervenire correggendo la propria traiettoria, scongiurando il rischio di collisioni. Rileva anche la presenza di cavi.

Connect Robotics e i droni per i materiali di prima necessità

La Connect Robotics, start-up portoghese dell’incubatore ESA (l’Agenzia Spaziale Europea), sta sviluppando un drone che può trasportare beni di prima necessità, fino ai più remoti villaggi del Paese. Gli ultimi test hanno visto il drone consegnare medicinali nelle zone più remote del Portogallo