È sicuro volare su un 737 MAX?

Il Boeing 737 MAX è un recente derivato di una cellula certificata per la prima volta negli anni ’60 e successivamente rivista: nulla di insolito fin qui. Ma due diversi esemplari di 737 MAX sono stati coinvolti in incidenti di volo senza superstiti negli ultimi mesi.

È un evento rarissimo che un nuovo aeroplano subisca due incidenti simili in così poco tempo. Le prime indagini hanno puntato il dito su un nuovo sistema di sicurezza sviluppato da Boeing, chiamato MCAS.

In termini semplici, è uno strumento che abbassa automaticamente il muso dell’aereo in caso di calo della velocità, per evitare lo stallo. È completamente indipendente dai controlli di volo e secondo i rapporti non è qualcosa su cui i piloti sono obbligati ad addestrarsi, tanto che alcuni non ne erano nemmeno a conoscenza prima dell’incidente di Lion Air.

I dati telemetrici del volo Air Ethiopia.

In caso di malfunzionamento, lo strumento può obbligare l’aereo a puntare verso il basso malgrado stia accelerando. È quanto sembra sia accaduto in entrambi gli incidenti, osservando i primi dati telemetrici.

Lunedì, l’autorità aeronautica cinese ha ordinato la messa a terra di quasi 100 aeromobili 737 MAX appartenenti a 13 compagnie aeree “in linea con il principio di gestione della tolleranza zero per i rischi per la sicurezza e il rigoroso controllo dei rischi per la sicurezza”: subito è stata seguita dalle autorità indonesiane ed etiopi.

Le linee aeree europee e americane, incluse Ryanair, Tui e Norwegian non hanno invece preso alcuna decisione, in attesa di ulteriori risultati delle indagini.

Il sito Onemileatatime, dedicato ai frequenttravellers, ha dedicato un lungo articolo alla sicurezza del 737 MAX, e condividiamo qualche loro consiglio.

Se si sta prenotando e si vuol capire se il velivolo sarà un 737, bisogna vedere se la pagina di prenotazione menziona la parola “MAX” da qualche parte. In alternativa, se si vede una “M” nel codice dell’aeromobile, è probabile che il volo sia gestito da un 737 MAX.

Ad esempio, American Airlines indica i 737 MAX come “7M8” (con il “7” che sta per 737, “M” sta per Max, e “8” sta per la variante dell’aereo).

Se si è in un aeroporto e si sta cercando di individuare un 737 MAX, il modo più semplice per distinguerlo dagli altri aerei è osservare i motori. Notare come il retro dei motori ha un modello a “zig-zag”. Questo è qualcosa tipico solo del 737 MAX, e non di altre varianti del 737 (i 787 e 747-8 hanno motori con stile simili).

E alla fine la grande domanda: voleresti su un 737 MAX? Onemileatatime risponde, ‘sì, ma sentendomi inquieto’.

Noi, che preferiamo viaggiare tranquilli, per ora eviteremo.

Aggiornamento: l’ENAC ci dà ragione e ha sospeso i voli in Italia. La decisione arriva dopo quelle prese da Cina, Indonesia, Regno Unito, Francia, Germania, Irlanda, Austria, Paesi Bassi, Australia, Singapore, Malesia, Mongolia e Oman.