Continuiamo a sottovalutare quanto inquinano gli aerei

L’aereo è spesso il mezzo che si preferisce per viaggi di lavoro e spostamenti di business. Ma qual è l’impatto sull’ambiente? Quanto inquinano gli aerei?quanto inquinano gli aereiL’Agenzia europea per l’ambiente, l’Agenzia europea per la sicurezza in aviazione ed Eurocontrol hanno pubblicato i dati del rapporto sulla relazione aviazione-ambiente relativi al 2019. Emergono risultati contrastanti.

Mentre l’aviazione ha prodotto benefici economici, stimolato l’innovazione e migliorato la connettività in Europa, la crescita del settore ha anche aumentato il suo impatto negativo sui cambiamenti climatici, sul rumore e sulla qualità dell’aria. Si registra negli ultimi anni un incremento delle emissioni e dell’inquinamento, sia atmosferico che acustico.

Le misure di gestione dell’efficienza dei carburanti e dei motori non hanno tenuto il passo con la recente forte crescita della domanda di viaggi aerei e porta a una crescita generalizzata dell’impatto ambientale.

Quanto inquinano gli aerei ?

Secondo le stime, un aereo di linea inquina come circa 600 auto non catalizzate (Euro 0). Di conseguenza i più grandi aeroporti italiani emettono ogni giorno la stessa quantità di emissioni di circa 350mila auto Euro 0.

Il traffico nello spazio aereo è stato in crescita costante dal 2005. Tra il 2017 e il 2040 aumenterà ulteriormente del 42%, con ulteriori conseguenze per l’inquinamento dell’aria. Entro il 2040 le emissioni di CO2 e NOx registreranno un incremento minimo del 21% e del 16%. Infatti, l’innovazione tecnologica, l’ammodernamento delle flotte, nonché il perfezionamento dell’efficienza operativa hanno bilanciato solo parzialmente gli impatti ambientali negativi prodotti dall’inquinamento.

D’altra parte, secondo le previsioni, lo sviluppo dell’aviazione consentirà la diminuzione del consumo medio di carburante per passeggero per ogni chilometro volato (-12%) e di energia acustica per ciascun volo (-24%), riducendo, almeno in parte, l’inquinamento dell’aria.

Carburanti alternativi

L’impiego di carburante alternativo per il trasporto aereo è al momento minimo e potrebbe restare limitato nel breve periodo. I carburanti alternativi potrebbero offrire un importante contributo alla mitigazione dell’attuale e del futuro impatto dell’aviazione sull’ambiente.

È crescente l’interesse verso gli “Electro-fuel”, carburanti alternativi a emissioni zero. Tuttavia ad oggi sono stati presentati pochi progetti dimostrativi a causa degli elevati costi di produzione.

Sei percorsi di produzione del carburante a base biologica sono già stati certificati e altri sono in via di approvazione.
L’Unione Europea sarebbe quindi in grado di aumentare la capacità di produzione del carburante a base biologica per il settore dell’aviazione, anche se l’utilizzo da parte delle compagnie aeree resta limitato a causa di numerosi fattori, tra cui il maggior costo rispetto al carburante convenzionale.