Continua la crisi di Boeing legata al 737 MAX

L’Amministratore Delegato di Boeing Dennis Muilenburg si è dimesso, ma ancora non basta.

Per la prima volta da decenni Boeing, in seguito allo scandalo 737 MAX, ha infatti perso ordini di aerei in un anno invece che guadagnarne.

In tutto il 2019 Boeing ha infatti perso ordini per 87 aerei commerciali, il che significa che ha avuto più cancellazioni che nuovi acquisti. Lo stesso portavoce della Boeing, interpellato in merito, ha dichiarato di non essere sicuro dell’ultima volta che la compagnia ha perso ordini di aerei commerciali in un anno, ma “sicuramente non è successo negli ultimi 30 anni”.

Il numero negativo è particolarmente significativi perché nello stesso periodo il rivale europeo Airbus ha registrato ordini per 768 nuovi aerei.

+768 contro -87.

Anche se il 2019 è un anno leggermente in calo per Airbus, il suo portafoglio ordini rimane pari a 7.482 velivoli commerciali – un arretrato ordini pari a quasi 10 anni di produzione, malgrado Airbus stia aprendo nuovi stabilimenti in giro per il mondo.

Di contro Boeing ha chiuso il 2019 con un arretrato ordini di 5.406 aerei commerciali. Anche se il suo futuro non sembra in dubbio, la gestione della crisi impone serie riflessioni sulla gestione della società e come potrà tornare a essere credibile in futuro.