SafeNet presenta ProtectV, la soluzione completa per la protezione dei dati negli ambienti virtuali

SafeNet annuncia ProtectV, la nuova soluzione di data encryption destinata agli ambienti cloud e virtualizzati che fornisce il controllo dei dati, la governance e la visibilità, insieme alla conformità.

protectvLa soluzione lanciata oggi sul mercato da SafeNet, azienda leader mondiale nella protezione dei dati, è completa per la sicurezza dei dati negli ambienti virtuali.
I vantaggi offerti dal cloud computing a tutte le aziende che adottano questa tecnologia sono ormai indiscussi ma, al tempo stesso, la sicurezza dei dati memorizzati rappresenta uno dei punti deboli e delle minacce più preoccupanti. Infatti, se da un lato efficienza, automazione e disponibilità sono tra i principali vantaggi offerti dal cloud, dall’altro lato le informazioni delle organizzazioni diventano più vulnerabili a causa della moltiplicazione del numero di utenti amministratori che hanno accesso ai dati dell’azienda e che possono copiare tali file senza che il proprietario ne sia a conoscenza. Per risolvere i problemi di sicurezza dei dati e fornire il controllo e la gestione dei dati nel cloud, SafeNet presenta quindi ProtectV che ha raggiunto lo status di VMware Ready™. SafeNet ProtectV è una soluzione che centralizza la gestione dell’encryption di macchine virtuali in ambienti AWS e VMware. Gli utenti possono gestire le policy di quali macchine virtuali criptare e chi potrà avere accesso garantendo che le politiche di sicurezza siano unificate.
Efficienza, automazione e disponibilità sono solo alcuni dei vantaggi chiave che caratterizzano il cloud computing. Tuttavia, molte organizzazioni possono non essere in grado di trarre vantaggio da questi benefici a causa di aspetti legati alla conformità alle normative e ai dubbi sulla sicurezza, come ad esempio l’accesso ad informazioni riservate da parte del provider stesso.
Man mano che molti dati si spostano verso cloud privati o pubblici, si moltiplica il numero degli utenti amministratori con accesso ai dati di un’azienda, aumenta il rischio che delle macchine virtuali siano copiate senza che il proprietario ne sia a conoscenza, cresce la possibile diffusione di file temporanei e i dati delle organizzazioni sono quindi più vulnerabili. Per risolvere i problemi di sicurezza dei dati e fornire il controllo e la gestione dei dati nel cloud, SafeNet, leader mondiale nella protezione dei dati, presenta ProtectV, una soluzione di encryption che ha raggiunto lo status di VMware Ready™
ProtectV permette alle macchine e ai volumi virtuali di essere sicuri come server e storage fisici in un ambiente on-premise robusto e sicuro. I clienti possono sfruttare appieno i vantaggi di flessibilità e risparmio dei costi trasformando i propri datacenter virtuali o cloud in un ambiente fidato con la governance, il controllo e la sicurezza dei dati.
SafeNet ProtectV è compatibile con VMware vShield™ e VMware vCenter™. Inoltre, SafeNet ProtectV può essere utilizzato dai clienti di Amazon Web Services per rendere sicuri i propri dati sensibili nel cloud.
Secondo Mike Rothman di Securosis, “La flessibilità e l’astrazione del cloud significa che molti utenti privilegiati possono creare nuove istanze virtuali o copie di ambienti virtuali fuori della console di gestione. Essi hanno anche la possibilità di cambiare le chiavi di accesso, aggiungere accessi o diritti di accesso, oppure modificare le autorizzazioni. Questo significa che le organizzazioni non hanno lo stesso livello di controllo sugli accessi ed è più semplice che nuovi server virtuali possano essere creati dal nulla, aumentando in modo significativo il rischio di esposizione dei dati. La sicurezza ha bisogno di essere implementata direttamente all’interno delle istanze virtualizzate e le organizzazioni non possono fare affidamento esclusivamente sull’infrastruttura cloud per fornirla”.
SafeNet ProtectV aiuta le organizzazioni a risolvere questi problemi attraverso una soluzione che centralizza la gestione dell’encryption di macchine virtuali in ambienti AWS e VMware. Gli utenti possono gestire le policy di quali macchine virtuali criptare e chi potrà avere accesso e facendo ciò, garantiscono che le politiche di sicurezza siano unificate. In questo modo è possibile godere dei vantaggi del cloud e della virtualizzazione ottenendo al tempo stesso una completa conformità alle normative e mantenendo la necessaria visibilità per la governance.

ProtectV fornisce:
Sicurezza VM completa e Data Isolation: SafeNet ProtectV fornisce una criptazione granulare e completa delle macchine virtuali, un’autenticazione pre-launch e gestione delle chiavi in hardware on-premise, offrendo una protezione completa attraverso tutto il ciclo di vita dei dati. ProtectV permette di avviare i propri sistemi come se fossero nel proprio data center privato, anche in ambienti multi-tenant. I team di sicurezza sono ora in grado di isolare in modo appropriato gli asset sensibili e mantenere il possesso eslcusivo dei propri dati attraverso tutto il loro ciclo di vita.

Protezione da amministratori “disonesti”: tutte le macchine virtuali e i volumi sono criptati, istanze, snapshots e backups, attraverso location e siti di disaster recovery. I Super User Admin, coloro che possono avere il controllo delle infrastrutture virtuali, non possono accedere alle macchine virtuali criptate.

Enforced Compliance: ProtectV fornisce un controllo indiscusso e la prova della governance dei dati attraverso gli audit log. ProtectV permette alle organizzazioni di implementare i controlli adeguati, di presentare degli affidabili audit di controllo, indipendentemente dal luogo in cui i dati vengono memorizzati o ospitati, e permette di sostenere la conformità con la normativa, incluso PCI DSS, HIPAA e HITECH.

Data Governance e Visibilità: ProtectV offre una visibilità della cloud security attraverso un punto centralizzato di audit e applicazione delle policy. SafeNet fornisce un ambiente di gestione delle chiavi fidato e di elevata sicurezza, offrendo la proprietà indiscussa dei dati e delle chiavi. Di conseguenza, le organizzazioni e i revisori della propria compliance hanno il controllo completo e la proprietà delle proprie chiavi e dei propri dati, insieme agli accessi completi per la necessaria visibilità.

Gestione delle chiavi Cross-Platform: Anche la crittografia migliore non ha senso senza un’adeguata gestione delle chiavi. SafeNet ProtectV, che fa parte del portafoglio di soluzioni per la protezione dei dati di SafeNet, si integra con la soluzione di Enterprise Key Management di SafeNet, KeySecureTM. KeySecure consente ai team di sicurezza di centralizzare e gestire in modo uniforme le chiavi di crittografia su una vasta gamma di piattaforme di crittografia utilizzate dalle loro organizzazioni, mentre allo stesso tempo semplifica la gestione delle chiavi e delle policy.

Commento di Sangeeta Anand, corporate vice president e general manager, Data Protection Business Unit, SafeNet, Inc.
“Virtualizzazione e cloud computing offrono enormi vantaggi in termini di costi e flessibilità, ma le organizzazioni non possono utilizzare lo stesso approccio di sicurezza per un data center fisico. Oggi, le organizzazioni dispongono di molti più dati rispetto al passato – più dati significa più pericoli e minacce, e alcune delle più grandi minacce si trovano all’interno delle organizzazioni. ProtectV è la prima soluzione di sicurezza per i datacenter cloud e virtuali che consente il controllo, la conformità e la governance dei dati critici. Attraverso l’encryption dei dati, le organizzazioni mantengono il controllo di asset ad alto valore attraverso l’intero ciclo di vita, includendo la protezione da amministratori disonesti, e hanno la capacità di frammentare digitalmente i dati in caso di violazione, per garantire la sicurezza degli asset cruciali. Grazie a ProtectV, le organizzazioni raggiungono lo stesso controllo e lo stesso livello di sicurezza negli ambienti virtuali proprio come nei datacenter fisici”.