Black Friday, si spenderanno 1,3 miliardi di euro, ma occhio agli hacker

Venerdì 29 novembre arriva l’ormai famoso Black Friday, usanza americana che da qualche anno ha attecchito anche in Occidente. Secondo una stima del Politecnico di Milano quest’anno in Italia si spenderanno almeno 1,3 miliardi di euro per rincorrere le offerte, che fioccano soprattutto online, il 25% in più rispetto allo scorso anno. A livello mondiale la spesa toccherà i 3mila miliardi di euro, con un +20% rispetto al 2018.

Black Friday e Cyber Monday

L’iniziativa (di marketing) si concluderà, sulla carta, con il Cyber Monday, che quest’anno “cade” il 2 dicembre. I due giorni di offerte, negli ultimi anni, complice il prepotente marketing legato all’ecommerce, si sono dilatati consentendo di trovare offerte ben prima delle date canoniche. Il gigante Amazon, ad esempio, ha cominciato prima della metà di novembre, lanciando poi quella che è diventata la settimana del Black Friday. Non più dunque singole giornate, ma una Black Week o, in molti casi, periodi dalla lunghezza variabile.

 

Online cercando la miglior offerta

Parallele a questa attività commerciale sono le ricerche sui comportamenti dei consumatori, che fanno emergere dati interessanti e curiosità. Un ricerca svolta da Ups, condotta in 15 paesi coinvolgendo 18mila acquirenti online, evidenzia come quasi la totalità dei partecipanti (94%) faccia precedere l’acquisto da specifiche ricerche online, per comprenderne il reale valore e determinare l’effettiva convenienza, cercando ulteriori opzioni di risparmio (in particolare sulle spese di consegna, fondamentale per 1 persona su 3) e prediligendo chi garantisce la possibilità di restituzione (che piace al 71% dei partecipanti).

 

Occhio alle finte offerte e alle cybertruffe

Nonostante la maggior attenzione e la maggior confidenza dei consumatori con la rete, è tuttavia sempre dietro l’angolo il raggiro. Un report diffuso da Kaspersky, società di sicurezza informatica produttrice del famoso antivirus, mette in allerta dalla minacce informatiche. Se durante l’ultimo anno gli attacchi hacker all’ecommerce sono aumentati del 15%, in questo periodo, secondo le previsioni, lieviteranno almeno del 24%. Come fare attenzione a credenziali bancarie, carte di credito, dati personali? Utilizzare antivirus, utilizzare credenziali complesse, non cliccare su link sconosciuti e prediligere carte ricaricabili. Accortezze che si sommeranno all’attenzione che i siti stessi garantiranno.

 

Garanzie e fedeltà

L’attenzione al cliente, sia sul lato della sicurezza informatica che per l’aspetto di personalizzazione dell’acquisto e il supporto post vendita, ha dimostrato di essere un fattore premiante per le aziende. La tendenza a tornare da chi ci ha trattato bene si amplifica con i programmi fedeltà (apprezzati per gli sconti riservati o per i punti fedeltà). La spinta a ulteriori risparmi ha portato quasi un consumatore italiano su quattro ad aderire a più di cinque programmi fedeltà. Vi sembra tanto? La Germania ci batte: sei persone su dieci hanno più di 5 tessere in tasca per garantirsi sconti tutto l’anno.