Dite addio agli specchietti retrovisori

Alzi la mano chi non ha mai rotto uno specchietto retrovisore dell’auto, e non si sia lamentato dell’esagerato prezzo di quel pezzo di specchio e plastica.

Bene, forse presto potremo farne a meno.

Honda e, il veicolo elettrico compatto della casa giapponese che arriverà sul mercato nella primavera del 2020, sostituirà gli specchietti laterali con due microtelecamere.

La società ha annunciato che il suo sistema di specchietti retrovisori laterali, che si era già visto nel prototipo presentato al Salone di Ginevra, sarà una caratteristica standard quando la macchina entrerà in produzione.

Il sistema di specchietti laterali comprende due microtelecamere nelle frecce e due schermi da sei pollici, situati sui lati sinistro e destro del cruscotto, che forniscono al guidatore immagini dal vivo del traffico.

Honda sostiene che la tecnologia riduce la resistenza aerodinamica del 90% rispetto agli specchietti convenzionali, con un miglioramento complessivo del 3,8% per l’intero veicolo.

Gli specchi migliorano anche la visibilità, afferma la Honda, sia perché le telecamere sono riparate dalle gocce d’acqua e l’obiettivo ha un rivestimento idrorepellente, che perché incorporano una funzione grandangolo che incrementa la visibilità laterale del 50% rispetto agli specchietti tradizionali.

Insomma, il futuro lo vedremo alle nostre spalle.