Disney e Hulu, la guerra dello streaming continua

La mossa era attesa, e non cambia lo scenario del grande confronto Disney-Netflix-Apple-AT&T.

Disney e Comcast hanno annunciato un accordo in base al quale Disney assumerà il pieno controllo operativo di Hulu, con effetto immediato.

Entro cinque anni, Comcast ha accettato di vendere la sua partecipazione Hulu alla Disney per almeno $ 5,8 miliardi.

Nell’ambito dell’accordo, NBCUniversal, controllata da Comcast, continuerà a concedere in licenza i suoi contenuti a Hulu fino alla fine del 2024.

Tuttavia, già nel 2020 NBCU potrà ritirare la programmazione precedentemente concessa in licenza esclusiva a Hulu (continuando a renderla disponibile a Hulu su base non esclusiva), e entro il 2022 NBCUniversal avrà il diritto di annullare la maggior parte dei suoi accordi di licenza con Hulu.

NBCU ha in programma di lanciare un servizio di streaming gratuito, supportato da pubblicità, il prossimo anno.

Con questa mossa Disney avrà la possibilità di lanciare internazionalmente Hulu, che fino ad oggi ha sofferto del suo essere limitato al solo mercato americano. Potrà inoltre sfruttare le sinergie con Disney+, il canale di streaming sul quale veicolerà tutte le property Disney di maggior valore, dai lungometraggi animati alle saghe di Marvel e Star Wars.

Il mercato dello streaming ha dimostrato una grande capacità di crescita, ma chi ne sarà il vincitore non è ancora chiaro.