Ora Facebook chiede di regolamentare i social network

No non è un pesce d’aprile.

Mark Zuckerberg il 30 marzo ha pubblicato un lungo post sulla sua pagina Facebook personale e come editoriale d’opinione sul Washington Post per suggerire ai governi di regolamentare i social network e internet su quattro aree principali:

  • Contenuti dannosi, dove consiglia che vengano implementati parametri oggettivi perchè i social network possano valutarli
  • Tutela delle elezioni, dove chiede che i governi stabiliscano chiare direttive per stabilire cosa costituisce un annuncio politico
  • Privacy, dove chiede che un regolamento come il GDPR Europeo venga applicato a livello globale, con sanzioni ai trasgressori    
  • Portabilità dei dati, tema per il quale indica che i consumatori devono poter trasportare le loro informazioni da un’app a un’altra in maniera completa e facile

Insomma, dopo l’anno più difficile per la privacy di Facebook, Zuckerberg cambia tono e passa a chiedere ai governi ciò che i consumatori hanno chiesto a Facebook per tutto questo tempo.

Vi lasciamo alla lettera integrale di Zuckerberg con la considerazione che il social network potrebbe implementare tutte queste soluzioni senza attendere alcun regolamento esterno.