Uber Money – unicorni alla ricerca di liquidità

Qui in redazione non siamo grandi fan di Uber.

Abbiamo già parlato del problema degli unicorni e del mercato del venture capital, di come risucchiano capitali e dell’impatto che questo ha sull’economia in generale.

Ora Uber ha annunciato una nuova divisione chiamata Uber Money che offrirà un portafoglio digitale e carte di debito e di credito.

Il servizio consentirà ai suoi conducenti di avere accesso a un conto bancario mobile per essere pagati dopo ogni corsa.

L’obiettivo di Uber è offrire ai suoi guidatori un ecosistema finanziario che generi ‘lock-in’ alla sua piattaforma.

La carta di debito di Uber è essenzialmente un conto bancario gratuito e consente ai conducenti di accedere immediatamente ai fondi, ma è anche un accesso a una linea di finanziamento senza interessi per Uber.

Sempre più aziende tecnologiche stanno iniziando a offrire servizi finanziari, tra cui Apple, che ha recentemente lanciato una carta di credito con Goldman Sachs, e Facebook che sta provando con grande difficoltà a promuovere la sua criptovaluta Libra.

La carta di credito di Uber sarà un prodotto congiunto con Barclays.