PMI: aggregarsi contro la crisi

Le PMI che vogliono evolversi sul mercato ottenendo crescita e competitività, non devono far altro che seguire nuovi modelli di business per generare maggiori profitti, creare occupazione e incrementare le vendite.

Per potersi svluppare e crescere nel mercato attuale le imprese devono puntare all’evoluzione attraverso crescita e competitività.

Quello appena presentato è il modello organizzativo proposto da Assistal per recuperare margini in tempi di crisi.

Vi è quindi la necessità di un cambiamento organizzativo del business, che passa per l’aggregazione fra imprese per diventare più competitivi sul mercato.

Vecchie e nuove formule aggregative infatti permetterebbero di aumentare il valore della singola impresa mettendo a disposizione di tutte le altre facenti parte della rete le proprie esperienze e competenze.

L’aggregazione comporta diversi benefici non solo sul fronte interno, come l’aumento della qualità, l’allargamento di servizi e linee di business, l’utilizzo di risorse per la formazione e la ricerca, ma anche su quello esterno, quali maggiore credibilità e affidabilità economico-finanziaria presso gli istituti di credito, rinnovata capacità di acquisto e investimento, penetrazione di nuovi mercati.

 Le aggregazioni risultano essere anche un efficace strumento di politica attiva per il lavoro, in grado di consentire l’ottimale impiego di risorse umane tra le aziende della rete.

Inoltre unire le forze può anche creare le opportunità per allargare il proprio portfolio di clienti, facendosi conoscere anche ai clienti delle aziende complementari alla nuova rete.

A questo proposito i contratti di rete verticali vedono ogni azienda mettere a fattor comune la propria competenza nell’ambito della stessa filiera produttiva o commerciale; contrariamente i contratti di reti orizzontali sono quelli in cui tutti sono alla pari e operano nello stesso ambito ma vogliono darsi maggiore visibilità su un territorio più vasto.

In ogni caso la cooperazione tra imprese risulta essere uno dei più fruttuosi e possibili percorsi di sviluppo del capitalismo moderno.