La Regina coinvolta nella Brexit – sospeso il parlamento UK

Boris Johnson ha chiesto alla Regina di sospendere il Parlamento.

Johnson, che è Primo Ministro britannico da poche settimane, è un sostenitore della Brexit a qualsiasi costo, e in questo modo cerca di evitare che il Parlamento si opponga a un’uscita senza accordi dalla UE.

La Regina, come è norma inglese, ha accettato la proposta del Primo Ministro, anche se fonti di palazzo indicano che l’abbia fatto invitando alla prudenza.

Un comunicato del Privy Council ha confermato che il parlamento sarebbe stato sospeso in una giornata tra il 9 settembre e il 12 settembre, fino al 14 ottobre.

“È in questo giorno ordinato da Sua Maestà in Consiglio che il Parlamento sarà prorogato in un giorno non prima di lunedì 9 settembre e non più tardi da giovedì 12 settembre 2019 a lunedì 14 ottobre 2019”.

Mercoledì scorso, Johnson ha dichiarato che dopo la sospensione, il 14 ottobre, si terrà un discorso della Regina, per delineare la sua “agenda molto eccitante”.

La decisione di Johnson, in qualche modo attesa dalle opposizioni, apre la strada a una Brexit no deal. Non preoccupiamocene troppo, e speriamo solo che la finiscano presto.