Boom voucher: 84,3 milioni in 7 mesi

Grande successo per i voucher che nel periodo tra gennaio e luglio 2016 hanno raggiunto quota 84,3 milioni di unità.

L’osservatorio sul precariato dell’Inps ha rilevato che la nuova forma di pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio, che ha un valore nominale di 10 euro, ha avuto un notevole incremento rispetto ai primi sette mesi del 2015, pari al 36,2% e del 73% rispetto allo stesso periodo del 2014.

voucherIl dossier dell’Inps rileva come tra gennaio e giugno del 2016 nel settore privato si sia registrato un saldo positivo, tra assunzioni e cessazioni, di 805.000 unità. Il dato evidenzia quindi un calo rispetto al corrispondente periodo del 2015 (+938.000) ma un aumento rispetto a quello registrato nei primi sette mesi del 2014 (+703.000).

Su base annua il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato, che consiste nella differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi, registrato a luglio 2016 risulta positivo con +488.000 unità, compresi i rapporti stagionali mentre per i contratti a tempo indeterminato, il saldo annualizzato a luglio 2016 si è attestato a +541.000 unità.