Assunzione disabili: arriva la guida Inps agli incentivi

E’ entrato in vigore dal 1 gennaio 2016 è il nuovo incentivo (articolo 10 d.lgs n.151 del 14 settembre 2015, attuativo del Jobs Act) volto a favorire l’occupazione dei lavoratori affetti da disabilità.

L’incentivo erogato dall’Inps è rapportato alla retribuzione lorda imponibile ai fini previdenziali, che varia in funzione del grado e della tipologia di riduzione della capacità lavorativa del soggetto assunto, e deve essere richiesto dal datore di lavoro attraverso un’apposita procedura telematica.

lavoratori disabiliLe istruzioni sono contenute nella Circolare INPS 99/2016, che regolamenta beneficiari ammessi, misura dell’incentivo, domanda e utilizzo dell’agevolazione. Possono fare richiesta dell’incentivo i datori di lavoro che soddisfano i seguenti requisiti: l’adempimento degli obblighi contributivi, l’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro, il rispetto degli altri obblighi di legge, il rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali e territoriali o aziendali, il rispetto delle condizioni generali in materia di fruizione degli incentivi, l’incremento netto dell’occupazione, rispetto alla media della forza occupata nell’anno precedente l’assunzione e il rispetto delle condizioni generali di compatibilità con il mercato interno.

L’importo dell’incentivo varia in base al grado e alla tipologia di riduzione della capacità lavorativa del lavoratore disabile assunto e viene calcolato su una percentuale della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali: il 70% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali per i lavoratori assunti a tempo indeterminato con ridotta capacità lavorativa superiore al 79% o con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45% e il 35% della retribuzione per i disabili con riduzione della capacità lavorativa tra il 67% e il 79%.

La durata dell’incentivo può essere per 36 mesi oppure per 60 mesi per i lavoratori con disabilità intellettiva e psichica che comporti riduzione di capacità lavorativa superiore al 45%, ai quali il beneficio spetta per tutta la durata del rapporto se pari o superiore a un anno, anche se a tempo determinato.

Per richiede l’ammissione all’incentivo, il datore di lavoro deve inoltrare all’Inps una domanda preliminare di ammissione all’incentivo utilizzando il modulo di istanza on-line “151-2015″ disponibile sul sito www.inps.it nella sezione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente”. La domanda deve indicare i dati identificativi del lavoratore da assumere, la tipologia di disabilità, la tipologia di rapporto di lavoro e, se a tempo determinato, la sua durata e l’importo dell’imponibile lordo annuo ed il numero di mensilità.