Manconi e l’aumento dell’IVA: un grave ed inopportuno passo indietro

Il presidente dell’associazione Gabriele Manconi ha commentato l’aumento sull’Imposta sul Valore aggiunto che entrerà in vigore nel 2013

iva-21Roma – Dopo le rassicurazioni delle ultime settimane il Governo Monti ha approvato, all’interno della ‘Legge di Stabilità’ l’aumento a partire dal luglio 2013 di un punto percentuale dell’IVA che nel giro di un anno e mezzo salirà in tal modo dal 20% al 22%.

Il presidente dell’associazione Sviluppo Lavoro Gabriele Manconi ha commentato la notizia: “Si tratta di un grave ed inopportuno passo indietro. Se si grava la gente comune con questo tipo di provvedimenti che colpiscono il consumo la ripresa non può che essere rallentata”.

“Evidentemente – conclude Manconi – l’epoca dei sacrifici non è ancora finita: la riduzione dell’Irpef non è un provvedimento sufficiente e non bilancia quanto tolto ai cittadini fino ad oggi, che si tradurrà in una probabile ulteriore contrazione dei consumi”.