Le novità previste dal Ddl di stabilità per le PMI

Il Ddl di Stabilità prevede delle novità per le imprese tra cui riduzione del cuneo fiscale, sconti IRAP per PMI e microimprese, detassazione salario produttività, TFR.

legge-stabilita-2Per quanto riguarda il primo punto è previsto uno sconto sulla deduzione IRAP per le imprese sul costo dei dipendenti a tempo indeterminato: oltre a dedurre i contributi assistenziali e previdenziali, aumenta la deduzione forfettaria, che dal 2014 sarà pari a 7.500 euro e a 15.000 euro per le imprese del Mezzogiorno.

Lo sconto sale ulteriormente e 13.500 euro per i giovani assunti e a 21.000 euro per le donne.

Sul fronte IRAP è stato stabilito l’azzeramento dell’imposta entro il 2014 per micro-imprese senza dipendenti.

Inoltre è previsto anche uno sconto fiscale IRAP per le PMI che risultano avere un valore della produzione inferiore a 180mila euro.

Verranno inoltre rimodulati i fondi per la defiscalizzazione del salario di produttività: in virtù di tale detassazione ci saranno 950 milioni nel 2013, un miliardo nel 2014 e 200 milioni nel 2015.

Per quanto riguarda il trattamento di fine rapporto il Ddl del Governo prevedeva un aumento della tassazione attraverso l’eliminazione della clausola di salvaguardia, ma tale clausola viene ripristinata, lasciando praticamente tutto come prima.

L’IVA, che secondo il ddl sarebbe dovuta salire dal 4% al 10%, rimarrà invariata per tutto il 2013 per le prestazioni assistenziali delle cooperative sociali.

L’adeguamento alla normativa europea è stato annullato da un emendamento del Pd, al fine di avere più tempo di difendere in sede europea la minore tassazione a tutela del sistema della cooperazione sociale italiano.