Filiera cartaria in Italia in prima linea per innovazione

Nell’ambito della seconda edizione del Mese del riciclo di carta e cartone, Comieco presenta una nuova ricerca sullo stato dell’innovazione della filiera cartaria italiana, che vede il Bel paese in prima linea per innovazione.

Lo studio condotto dal Professor Marco Frey della Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna di Pisa, presentato durante il convegno “Sostenibilità e Innovazione” tenutosi a Roma lo scorso 20 marzo, conferma che l’industria cartaria italiana si posiziona tra le prime in Europa per capacità di innovare processi e prodotti.

Punto di forza della filiera cartaria in Italia è, soprattutto, il dinamismo presente sia nella fase progettuale del packaging, che nell’ambito del riciclo, unitamente agli investimenti del settore: 420 milioni di euro nell’ambito dei 3,5 miliardi complessivamente investiti dall’industria cartaria europea. I suddetti investimenti consentono alla nostra filiera di carta e cartone di innovarsi continuamente e di contraddistinguersi per riciclabilità e biodegradabilità degli imballaggi.

Proprio gli imballaggio a base di cellulosa sono protagonisti del primo Bando Invenzioni di Comieco Factory, il programma di Comieco dedicato alle imprese produttrici e utilizzatrici, che mira alla diffusione di una cultura della sostenibilità valorizzando proprio le azioni attuate per lo sviluppo di imballaggi in carta e cartone sempre più innovativi ed eco-sostenibili.

Al convegno “Sostenibilità e Innovazione“, il Consorzio Imballaggi in Cartone Ondulato, Bestack di Forlì si è aggiudicata il primo premio per livello di innovazione ed esempio efficace di prevenzione dell’impatto ambientale in tutta la filiera grazie al brevetto per invenzioni “imballaggio per ortofrutta trattato con una soluzione antimicrobica”.

Seconda classificata, poi, è stata SCIA Packaging Srl di Aci Sant’Antonio (CT) per il brevetto modello di utilità “scatola con separatori incorporati per contenere oggetti“.

In terza posizione, infine, Antonio Sada & Figli S.p.A. di Pontecagnano Faiano (SA), grazie al suo brevetto per invenzioni “imballaggio mono pezzo in cartone ondulato con semplificato sistema di apertura a strappo per l’ottenimento di scatole a bocca di lupo”.

Una menzione speciale è stata, inoltre, riconosciuta al brevetto per invenzioni di Next Materils Srl “materiale composito ad alta sostenibilità ambientale”.

L.S.