Tutela dell’ambiente, boschi e foreste un investimento per il futuro

La FAO richiama l’attenzione sull’importanza della tutela dell’ambiente e del patrimonio verde per garantire un avvenire ecosostenibile a livello globale.

La tutela dell’ambiente è fondamentale per garantire un avvenire sostenibile a livello globale. A sottolineare l’importanza della salvaguardia del patrimonio verde è la FAO, mette in luce la stretta connessione tra ecosistema ed economia. Nessuna prospettiva di vita è possibile in assenza di un adeguato contesto naturale, in grado di garantire ossigeno e risorse per tutte le specie presenti in un habitat. La tutela dell’ambiente non è solo essenziale per il benessere dell’uomo e della fauna, ma è anche finanziariamente conveniente. Tra le strategie più direttamente impattanti per la tutela ambientale vi sono il controllo sulla deforestazione, il rimboschimento e la vigilanza sulla speculazione edilizia.

Proteggere boschi e foreste significa assicurare la sussistenza a lungo termine di esseri umani e animali, con un ruolo cardine nella fornitura di acqua potabile e nella sicurezza ambientale. Il paesaggio naturalistico è un tesoro dal punto di vista turistico, culturale e agricolo. Rinfoltire la percentuale di vegetazione su un territorio è un componete importante nella diminuzione del dissesto idrogeologico. Così la tutela ambientale si trasforma anche in uno strumento di prevenzione, contribuendo anche in qualità di risorsa nel fabbisogno energetico rinnovabile. Progettare, concepire e realizzare città più sane e rispettose per la natura vuol dire fare un investimento per il futuro delle nuove generazioni.

Il legno in tal senso assume un ruolo fondamentale nella tutela ambientale, nelle vesti di materiale edile e di fonte per la produzione di energia. Sempre più spesso il legno viene impiegato in architettura e in edilizia contemporanea, per le sue svariate proprietà, per la sua versatilità e la sua duttilità estetica. Una gestione oculata e razionale della flora di ogni luogo dà vita ad un circolo virtuoso per cui da una parte si procede alla conservazione del suolo e dall’altra ci si garantisce a tempo indeterminato tutto il materiale necessario per scopi cantieristici o combustibili.