Il geotermico aiuterà l’Italia a diminuire le emissioni

La geotermia è una fonte rinnovabile che permette di rispettare le stringenti esigenze di riduzione delle emissioni.

Il progetto GEOENVI, nato all’interno dell’Horizon 2020, promuove l’adozione della geotermia e la promozione di nuove tecnologie.

Philippe Dumas, Segretario Generale EGEC e coordinatore del progetto GEOENVI, dichiara che “il mercato della geotermia in Europa è in forte sviluppo: la potenza elettrica installata nel 2018 ha infatti superato i 3 GWe (con produzione annuale di oltre 21 TWh), e sono in funzione 300 impianti di teleriscaldamento geotermico e 2 milioni di pompe di calore geotermiche. In Italia, l’energia geotermica rappresenta un settore industriale importante, che coinvolge piccole e grandi imprese, è altamente innovativo ed esporta in tutto il mondo, grazie anche ad un mercato interno storicamente forte e consolidato”.

“Lo sviluppo delle fonti rinnovabili e la decarbonizzazione costituiscono una grande opportunità di crescita economica, di miglioramento ambientale e valorizzazione della filiera italiana, soprattutto nel caso di una tecnologia come la geotermia, elemento di eccellenza per il nostro sistema energetico”, commenta Simone Mori, Presidente di Elettricità Futura.

Maria Laura Parisi, Ricercatrice presso l’Università di Siena e co-chair nazionale del gruppo di lavoro Energie Rinnovabili e Tecnologie Sostenibili dell’Associazione Italiana LCA, indica tra gli obiettivi del progetto GEOENVI la definizione di linee guida per l’uso della metodologia LCA, volta alla valutazione delle prestazioni ambientali dei sistemi geotermici.

Gli atti del convegno GEOENVI sono disponibili a questo link.