I principali controlli che pesano sulle PMI

In Italia le leggi che riguardano le aziende sono numerosissime e spesso avvolte in una fitta nebbia che non le rende chiare ed immediate.

controlliLe PMI, soprattutto le realtà più piccole, spesso non dispongono di addetti tecnici o amministrativi che si possano occupare del rispetto preciso di tutte le norme in vigore.

Le numerose norme, le varie direttive, le diverse leggi ed i regolamenti che cambiano continuamente mettono in seria difficoltà sia le aziende che gli organi addetti ai controlli.

É soprattutto la burocrazia il fattore principale che frena l’economia italiana, con incertezze ed ostacoli, che costringe molte aziende a dedicare parecchio tempo alla compilazione di carte e certificati di varia natura.

La Cgia di Mestre ha stilato un elenco delle principali attività di controllo che vengono effettuate nei confronti delle aziende, individuando in totale 97 possibili verifiche.

Gli ambiti di indagine e controllo effettuati da parte dei diversi enti sono:

– normative ambientali e sicurezza sul lavoro (50 controlli effettuati da 11 enti)
– amministrativi (6 verifiche svolte da 3 istituti)
– fiscali (23 controlli, 7 enti)
– contrattuali (18 verifiche, 4 organismi)