Pmi e mercati esteri: consigli utili Pt.1

Allargare i propri orizzonti ed affacciarsi sui mercati esteri, per un’azienda rappresenta un’ottima opportunità di crescita.

exportQuando una Pmi desidera conquistare una fetta di mercato di una altro Paese, deve pensare che si troverà a fare i conti con le grandi multinazionali, dotate di marchi consolidati, economie di scala ed enormi risorse, e con le imprese locali, realtà ben ancorate al territorio ed informate sul mercato.

Le Pmi italiane dovrebbero cercare di occupare lospazio commerciale che si trova a cavallo tra gli interessi delle multinazionali e le capacità delle realtà medio piccole.

In generale, le multinazionali decidono di non interessarsi ad uno specifico settore di mercato quando il potenziale è tropo basso rispetto agli obiettivi o nel caso in cui il prodotto proposto non incontrerebbe il rispetto dell’immagine del marchio.

Una Pmi interessata ad uno specifico mercato estero deve assicurarsi di offrire un prodotto che assicuri unvantaggio competitivo rispetto alle aziende locali.

Inoltre è indispensabile informarsi riguardo alle tecnologie adottate ed alle opportunità finanziarie offerte dal Paese.

Una volta avviato il business, è utile mantenere alto il livello di commercializzazione, seguendo alcuni consigli utili e pratici.