L’omnicanalità del retail per affrontare Amazon

Jun-Sheng Li, Senior Vice President di Walmart incaricato della rete di fornitura ecommerce globale, analizza lucidamente su TechCrunch come solo l’omnicanalità permetterà ai retailer di combattere Amazon.

Nel corso del 2018 Amazon ha raggiunto una quota di mercato del 50% dell’ecommerce USA. Un volume che la pone come una minaccia ormai diretta e non evitabile per qualsiasi catena al dettaglio, Walmart incluso.

La vendita al dettaglio omnicanale è il nuovo Sacro Graal del retail: promette ai clienti un’esperienza continua e senza interruzioni, permettendo di fare acquisti su qualsiasi dispositivo o in qualsiasi negozio.

L’idea è poter acquistare un paio di scarpe usando lo smartphone e scegliere di ritirare l’acquisto in un negozio o di farselo consegnare a casa, e poter restituire le scarpe per un qualsiasi motivo, per posta o in un negozio, anche diverso da quello in cui sono state acquistate.

Raggiungere questo obiettivo è ovviamente difficile, e la difficoltà maggiore risiede nella gestione della catena di fornitura. Questo perchè per gestirla devi passare al tracciamento istantaneo di ciò che puoi vendere o hai venduto contro un inventario globale distribuito in migliaia di diversi luoghi, dai magazzini centralizzati alle centrali di smistamento locali.

Ma riuscire è possibile: le vendite online di Walmart nell’ultimo quarter del 2018 sono cresciute del 43% anno su anno, oltre ogni aspettativa.