La Guerra contro i Patent Troll

La storia della guerra tra Cloudflare e Blackbird cambia i paradigmi delle cause sui brevetti, negli USA e nel resto del mondo.

Da anni ormai esistono società che si occupano quasi esclusivamente di fare causa ai grandi produttori di tecnologia sostenendo che abbiano infranto questo o quel brevetto. La legislazione sui brevetti è così complicata che molto spesso questi brevetti sono virtualmente identici tra loro, e le cause spesso vengono risolte extra-giudizialmente con transazioni economiche anche rilevanti, senza analisi approfondite e senza mai risolvere il problema all’origine.

I Patent Troll, come vengono comunemente chiamati, hanno prosperato, tanto che sono nati anche studi legali esclusivamente specializzati in questa attività.

Cloudflare ha creato un logo per il progetto Troll Hunter

Nel 2017 Cloudflare, la rete di sicurezza e di distribuzione di contenuti internet con sede a San Francisco, venne citata in giudizio da Blackbird Technologies, una di queste società nate appositamente per fare causa alle aziende tecnologiche: a differenza di vari studi legali, Blackbird, di proprietà di due avvocati, aveva acqusito dozzine di brevetti per usarli in varie cause di violazione di brevetto.

La risposta di Cloudflare fu insolita: rese pubblica la causa, definendola avventata, e invitò chiunque potesse aiutarla a fornire informazioni che potessero invalidare i brevetti di Blackbird – non uno, ma tutti – di fronte alle corti di giustizia.

Il motivo principale era che i brevetti di Blackbird erano così vaghi ed ampi che una loro interpretazione letterale avrebbe reso Blackbird detentrice di un brevetto su qualsiasi sistema di esame, redazione e modifica di comunicazioni elettroniche. Una cosa palesemente assurda.

Cloudflare ha vinto.

Cloudflare ha ricevuto 275 presentazioni da 155 persone su 49 brevetti separati e più richieste su 26 brevetti. In tutti i casi questi brevetti erano simili, sovrapponibili o comprensivi del brevetto di Blackbird, e ne invalidavano la teoria di unicità.

Cloudflare ha inoltre denunciato i fondatori di Blackbird per violazioni del codice etico degli avvocati, che vieta agli avvocati di perseguire una causa per proprio conto.

Non sdappiamo se questa storia, e la sua grande diffucione, modificheranno per sempre il mercato dei Patent Troll, ma di sicuro ci fa dormire sonni più tranquilli.