Incubatore di impresa: i requisiti per ottenere la certificazione

L’articolo 25 comma 5 del Dl 179/2012 definisce i requisiti necessari che ogni incubatore di impresa deve possedere per esser considerato tale.

incubatoreRicordiamo che un incubatore di impresa è un laboratorio che sostiene le nuove realtà imprenditorialinel cammino verso la realizzazione concreta di un’idea innovativa, fornendo gli strumenti necessari per la ricerca e lo sviluppo, ma anche un sostegno dal punto di vista finanziario e di marketing.

In primo luogo non devono mancare gli spazi adeguati ad ospitare le start up innovative, ambienti in cui possano essere installate attrezzature adatte per effettuare test, ricerche o verifiche.

Inoltre sarà necessario disporre di sufficiente spazio per poter fornire alla singola start up le attrezzature specifiche richieste dal proprio progetto, come macchinari speciali e capaci di realizzare prototipi.

Non possono mancare una connessione internet a banda ultralarga, macchinari di vario genere e sale riunioni capaci di ospitare un bon numero di persone.

L’incubatore inoltre dovrà mettere disporre di personale capace di supportare le start up nelle pratiche amministrative, collaborando con professionisti competenti in materia d’impresa e innovazione, ma anche per la consulenza direttiva e manageriale.

L’amministratore dell’jncubatore d’impresa dovrà sviluppare rapporti di collaborazione con istituzione politiche, partner finanziari, centri di ricerca ed università, per poter garantire la possibilità di effettuare ricerche e di avere contatti con le istituzioni.

Un incubatore di impresa potrà così registrare la propria attività al Registro Imprese, ottenendo l’esonero dal pagamento dell’imposta di bollo e di segreteria per i primi 4 anni di attività.

Inoltre, gli incubatoti d’impresa, possono ottener finanziamenti attraverso il fondo centrale di garanzia delle piccole e medie imprese.