Perchè quando si parla di 5G si parla di Huawei?

Negli ultimi mesi si sono succedute molte polemiche su Huawei, la sua proprietà, il suo ruolo nella diffusione delle reti 5G e la guerra commerciale tra USA e Cina.

Da qui le domande: perchè quando si parla di 5G salta sempre fuori il nome di Huawei? Huawei è così coinvolta nella diffusione del 5G? Huawei serve al 5G? Il 5G di Huawei è diverso da quello degli altri produttori?

Cominciamo col dire che la versione di Huawei del 5G non è diversa dalle altre: gli standard 5G sono stabiliti da un accordo internazionale e Huawei e altri devono aderire a loro.

È l’implementazione di Huawei del 5G che la distingue dagli altri e la rende il fornitore più economico sul mercato, oltre che l’unico fornitore in grado di fornire soluzioni end-to-end per le telecomunicazioni nazionali.

Gran parte del costo di implementazione del 5G (e gran parte del suo vantaggio) deriva dal fatto che richiede cinque volte più siti di celle di telecomunicazioni rispetto al 4G, e le stazioni base 5G sono molto costose da installare… perché hanno bisogno di una gru per essere sollevate in posizione e di diversi tecnici per essere agganciate.

Identificando in questo problema di costi una delle prime cause della lentezza di adozione del 5G, Huawei ha ridotto le dimensioni e il peso della sua stazione base 64T64R 5G a soli 32 kg, la metà rispetto ai modelli in competizione. Le stazioni base Huawei possono essere installate da due persone in poche ore, senza gru costose. Se si considerano solo gli Stati Uniti, dove devono essere installate circa 100.000 stazioni base 5G, il risparmio nell’utilizzare le stazioni Huawei arriverebbe a miliardi di dollari.

Le stazioni Huawei sono inoltre più efficienti dal punto di vista energetico del 30% rispetto a qualsiasi altra sul mercato e riducono il costo della connessione dell’80% rispetto al 4G.

Quindi Huawei ha ridotto le dimensioni e il peso dei componenti 5G e ridotto i loro requisiti di alimentazione perché l’energia è costosa e il suo costo nel tempo è elevato.

Forse ancora più importante, Huawei è al momento l’unica azienda al mondo che produce tutti gli elementi di una rete 5G avanzata, proprio quello che vogliono le compagnie telefoniche,  che non hanno il tempo e la voglia di cercare e gestire decine di diversi fornitori.

E qui arriviamo alla questione centrale: perchè questa ostilità verso Huawei da parte del governo USA? Davvero Huawei spia le comunicazioni per conto del governo cinese?

Al momento non ci sono prove. Il governo inglese e quello tedesco hanno condotto indagini nelle installazioni Huawei e non hanno trovato tracce che dimostrino nessun intento malevolo. Sono presenti delle LIG (Lawful Interception Gateway) che vengono utilizzate dalle forze dell’ordine per intercettare comunicazioni… ma ciò è atteso.

Quello che appare al momento più plausibile è che eliminando Huawei dal mercato USA si stia cercando di dare tempo alle aziende americane di miniaturizzare i loro componenti, per permettergli di recuperare tempo perso contro la concorrenza: nel frattempo le compagnie telefoniche occidentali saranno però costrette a integrare componenti più costosi, meno funzionali, meno compatibili e aggiornabili, pagare il doppio, impiegare il doppio del tempo e sopportare anni di servizio inferiore.

Ma nel frattempo il 5G sarà già stato adottato da anni in tutta l’Asia – se volete potete rinfrescarvi la memoria sui suoi vantaggi.

Ah, il 6G arriva nel 2027, preparatevi.