Cosa accadrà alle Isole del Canale dopo Brexit?

Ci sono luoghi nel mondo a cui della Brexit interessa meno che a noi.

Il Baliato di Guernsey (composto dalle isole di Guernsey, Alderney, Sark ed Herm) e il Baliato di Jersey formano le Isole del Canale, situate nella baia di St Malo al largo della costa nord-occidentale della Francia. Sebbene strettamente collegate al Regno Unito, le Isole del Canale non sono soggette alle leggi del Regno Unito e non fanno parte dell’Unione Europea.

Le Isole del Canale sono possedimenti della Corona britannica.

Sono sotto il governo della Corona inglese da quando il loro signore feudale, il Duca di Normandia, divenne re d’Inghilterra, che se le tenne come feudo personale.

Guernsey e Jersey quindi non sono mai state sotto la giurisdizione dei parlamenti di Inghilterra, Gran Bretagna, Regno Unito e men che meno dell’Unione Europea. Sono governate da un rappresentante diretto della Regina, da un Balivo e da un loro Parlamento: hanno loro leggi e loro moneta.

A partire dagli inizi del XX secolo le Isole del Canale sono diventate culturalmente molto più britanniche che francesi, specialmente dopo la seconda guerra mondiale, come reazione all’occupazione da parte della Germania nazista. L’indipendenza dal Regno Unito, dopo l’adesione di questo all’Unione europea, ha portato le Isole del Canale a presentarsi come un paradiso fiscale immediatamente al largo delle coste dell’UE.

Guernsey e Jersey hanno sottoscritto accordi di scambio di informazioni fiscali con tutti e 28 gli Stati membri dell’UE, Jersey ha accordi bilaterali di doppia imposizione con altri 10 paesi e accordi parziali di doppia imposizione con altre 12 nazioni e Guernsey ha accordi bilaterali di tassazione con altre giurisdizioni tra cui Stati Uniti, Hong Kong, Malta e Singapore.

Poiché le Isole del Canale non fanno parte dell’UE e non beneficiano dell’adesione del Regno Unito, la Brexit non avrà alcun impatto diretto sui movimenti delle persone, sui settori dei servizi finanziari e un limitato impatto sugli scambi di merci (ora regolati dal Protocollo 3 relativo agli scambi di merci).